Angelo Rodá

Angelo Rodá - Pittore
Angelo Rodá – Pittore

AlienArt

Nell’immediatezza di un gioco infantile si acquisisce inconsciamente l’esperienza col piacere dell’invenzione intuitiva che nella coscienza di un artista si trasforma in immagine simbolica alterata dalla contemplazione sintetica del soggetto, dell’oggetto, della storia a cui appartengono.
Visto che tutta l’arte è simbolica ma non tutti i simboli sono arte, esiste il bisogno di creare forme avvicinabili al proprio spirito e alla ricerca, attraverso la congiunzione della tematica intellettuale e l’istinto originale,
dalla rappresentazione di una scena di caccia sulla parete di una caverna, agli alieni che popolano la mente, non è cambiato nulla.

AlienArt ha due livelli teorici di interpretazione: il primo impatta coll’occhio dei personaggi, il terzo unico occhio come corona su teste di corpi arrotondati, forme più che surreali, irreali, per creare un atmosfera ironica attorno l’arte iconografica classica, ma con una riflessione sulla religiosità che ha uno sguardo fatto di un solo occhio rivolto in alto, al cielo, universo. Tra simboli antropomorfi e poesia visiva.
L’ altro livello teorico che vale per tutto il mio lavoro è quello dell’ alienazione della mia arte, non dalle influenze del passato, ma dall’ attuale isolamento interiore, “la negazione dell’ umano”, un gioco di immagini e di astrazioni, dove il contenuto si allontana con uno stile nuovo dal mondo contemporaneo alla ricerca del mito perduto. Quindi, arte e contemplazione come antidoto e rifiuto dell’ attivismo dominante.
Vi mando anche un video d’arte: “AniMare”, tra reale e trascendentale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Contatta Angelo Rodá via E-Mail