Magico Realismo – L’arte di Giulia Contessa

L’arte di Giulia Contessa è la manifestazione distillata della sua identità. Nei volti resta sottesa, in sintonia con l’ordine naturale, un’espressività non solo e sempre idilliaca e serena, ma spesso tormentata, inquieta, specchio della donna contemporanea, dei suoi sentimenti e del suo destino. Pieno il coinvolgimento psico-fisico dell’appartenenza diretta al genere effigiato. Il segno potente ed ampio interagisce con gli occhi e con la mente, rilasciando allo spettatore una vasta gamma di piaceri sensuali. Nello spazio e lungo il fragile confine che separa la luce dal buio l’artista interviene sull’opera con smalti, lana, ricami grafici atti a sottolinearne il valore simbolico. Giulia Contessa con la tranquillità dello spirito, abbracciata nel grembo della natura, esplora il tempo reale con le sue trasformazioni e le sue metamorfosi. Un realismo magico, che punta al centro del segno poetico, pervade l’opera di un etico silenzio, di un forte richiamo in quel luogo e in quel tempo, a sospendere il giudizio e a tacere.