La tecnica dell’acquarello di Maria Petrova. di Franco Caresio – RAI 2

Maria Petrova

“E’ convinzione diffusa e purtroppo non solo fra il grosso pubblico, che l’acquerello sia una arte minore, quasi una sotto-pittura per dilettanti, per artisti sprovveduti che hanno timore di affrontare altre tecniche forse più evolute. Per rendersi conto di quanto questa sia una convinzione preconcetta ed errata, basta vedere a quale alto grado di espressione, a quale sottile ricerca introspettiva può essere portato l’acquerello quando viene trattato da una artista come Maria Petrova, che ha le capacità e sensibilità, doti essenziali, che, spesso, fanno difetto in artisti che dispregiano l'”umile” acquerello… E’ noto che l’acquerello non concede molto campo al pittore per quanto riguarda l’effetto cromatico, ma è necessario ricredersi davanti ai paesaggi, alle nature morte, ove Maria Petrova sa esprimere accenti di autentica poesia; ma è soprattutto nei ritratti che questa artista sa portare l’acquerello a livelli impareggiabili. Senza dimenticare una naturale delicatezza, scandaglia l’animo ed i pensieri dei suoi personaggi… Si è sempre detto che l’acquerello predilige stesure appena velate a livello di appunto mnemonico. Per la Petrova l’acquerello raggiunge risultati diremo molto più simili ai guazzi migliori; guazzi, per intenderci, che hanno esiti molto vicini alle tonalità materiche della pittura ad olio…” Franco Caresio – RA2

Maria Petrova

Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Maria Petrova e l’Acquerello … dove “non è Arte minore” di P. Panaiotov

“…con la medesima compostezza e penetrazione degli aspetti poetici dei paesaggi la Petrova interpreta la figura umana …l’esecuzione del ritratto è sempre indice di maturità artistica. quando poi il ritratto è ad acquerello l’indice raggiunge il valore della rarità…”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Il critico, architetto e insegnante di Storia dell’arte Antonio Narducci cattura i sentimenti della Petrova

Maria Petrova

Ringrazio il critico, architetto e insegnante di storia dell’arte Antonio Narducci per la seguente critica vibrante e precisa, ancor più bravo nel catturare i sentimenti della Petrova, poiché nella scelta dell’opera, non sapeva che l’uomo ritratto era il suocero, a cui l’artista era affezionata.
dipinto :persona seduta- autrice:Maria Petrova
l’artista in questo acquerello di dimensioni medie su supporto in carta cotone, mostra una grandissima conoscenza della tecnica coloristica riguardo i colori ad acqua; la scelta compositiva decentra la figura spostandola verso destra con obliquita’ del corpo in relazione ad una inclinazione della sedia,il capo dell’uomo verticale, dignitoso, consapevole, con una illuminazione laterale che comporta un articolato schema chiaroscurale porta alle definizioni di forme,alla evidenziazione di una forte personalità che trova il suo punto focale nello sguardo dell’uomo ancora profondo e vibrante di pensiero.
L’artista sembra guardare con affetto il soggetto e con acuta sensibilità ne mostra i risvolti del carattere. I colori usati sono tenui delicati finalizzati ad una rappresentazione precisa coinvolgente e poetica.


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .