Rita Ioannacci presente alla ArtExpo di Mantova inaugurata da Vittorio Sgarbi

ArtExpo Montova 2019, mostra inaugurata da Vittorio Sgarbi, con la partecipazione di Paolo Levi e Philippe Daverio

Philippe Daverio

Cura la mostra Sandro Serradifalco . Sono presenti 400 artisti internazionali che rappresentano 80 paesi.

Rita Ioannacci – Artista

Tra in tantissimi artisti è presente alla mostra Rita Ioannacci, artista contemporanea italiana.

Critico d’arte e direttore del Museo Gonzaga di Mantova Rebuzzi

La mostra ha avuto luogo nel bellissimo Museo Gonzaga di Mantova, in piazza Vigiliana 55.

Rita Ioannacci – Artista

Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Una riflessione di Irene Pazzaglia sull’arte di Rita Ioannacci

“L’artista Rita Ioannacci, nei suoi dipinti, si avvale di uno stile figurativo che non sfocia mai nell’ iperrealismo, ma che, al contrario, si arricchisce di immagini dense di significati metaforici e riferimenti psicologici. Quella di Rita è una pittura dai toni leggiadri, delicati e vibranti, in cui l’immagine incarna il riflesso del mondo interiore, l’espressione del proprio modo di essere, la ricerca continua di libertà. Soggetti ricorrenti nella produzione pittorica dell’artista sono cavalli, barche in mezzo al mare, corpi che si abbracciano o che irrompono liberi baciati dal sole e dal vento, oppure inondati dalle tinte delle loro sfumature emotive. La vita, sembrano suggerirci le immagini evocate in queste tele, è una meravigliosa avventura sempre degna di essere vissuta, con tutte le esperienze che si presentano. Un’avventura da affrontare in prima persona e da raccontare attraverso la propria visone delle cose, restando sempre fedeli a se stessi e al proprio modo di sentire. ”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

“Dedicato a .. ” Opera dell’artista Rita Ioannacci accompagnata dalla recensione di Irene Pazzaglia

“L’intimità della scena rappresentata a prima vista potrebbe trasmettere all’osservatore un senso di calore e di appartenenza affettiva. Tuttavia le figure dell’ uomo e della donna, che con la loro solida plasticità corporea riempiono quasi totalmente lo spazio della tela, sono protagoniste di una situazione di incomunicabilità. Il giovane a torso nudo sembra cercare un contatto con la sua compagna, la quale gli volge le spalle, socchiudendo gli occhi, mentre sul suo volto compare un’espressione di desolata malinconia. Le braccia del giovane non cingono il corpo della donna; lo sguardo di lui è assente e pieno di rassegnazione. Il rimpianto per un amore che forse si sta spegnendo, il ricordo di giorni e momenti felici ormai passati, la distanza che si è venuta a creare tra le due anime e la speranza di ristabilire un contatto. .. Tutto questo è sapientemente suggerito dall’ artista grazie alla rappresentazione del linguaggio del corpo e delle sue implicazioni psicologiche. Parole non dette, sguardi persi nel vuoto, rimpianti per qualcosa che poteva essere: ogni singolo dettaglio di questa scena del vissuto quotidiano è un accenno di una storia il cui passato e il cui sviluppo è totalmente lasciato all’immaginazione dell’osservatore e alla sua sensibilità personale.”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Rita Ioannacci – May Prince – tecnica mista 50 x 60… Recensione di Irene Pazzaglia

“Il cavallo è da sempre uno degli animali più rappresentati in ambito artistico, per la nobiltà delle sue caratteristiche e per il ruolo che, specie in passato, ha svolto nelle vicende umane.
In questo dipinto un destriero bianco dalla folta criniera sembra emergere dalle profondità di una caverna.
La muscolatura dell’animale, ben delineata, è scolpita solidamente come il paesaggio, ma le sfumature cromatiche delicate e fantasiose che colorano le rocce tolgono concretezza al contesto, conferendogli toni fiabeschi. Il muso del cavallo sembra volgersi direttamente verso l’osservatore come se lo volesse trasportare per un momento in un’altra dimensione, mantenendo tuttavia fieramente la propria libertà. È la solitaria creatura, con il suo spirito di indipendenza, a conquistare la nostra attenzione, non siamo noi a catturarla e a domarla per piegarla alla nostra volontà. Il nobile animale raffigurato in questo dipinto appartiene soltanto a se stesso.”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

“Woman One” – Opera di Rita Ioannacci. Recensione di Irene Pazzaglia.

“Da un abisso di ombre e macchie di colore geometricamente delineate, ma allo stesso tempo sottili ed evanescenti, emerge con decisione una delicata figura femminile, che con la sua luminosa dinamicità attira lo sguardo dell’osservatore. Il corpo della donna, le cui forme sono tese in uno slancio dinamico e in una posa plastica simile a quelle che contraddistinguono e animano le sculture, risplende di una luce dorata. È una figura vittoriosa, che emerge con forza dai dubbi e dalle paure dell’ inconscio, in una sorta di rappresentazione metaforica della luce della ragione che sconfigge i fumi dell’ irrazionalità e delle superstizioni. Tuttavia il dipinto si presta ad una duplice chiave di lettura: oltre all’ interpretazione centrata sul conflitto interiore che riguarda ogni essere umano, se ne può fornire un’altra che riguarda più strettamente l’universo femminile e la forza delle donne, capaci di combattere e di vincere non solo contro le proprie fragilità, ma anche contro l’ignoranza e i pregiudizi del mondo esterno.”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .