Vanya Georgieva

Vanya Geogieva – Pittrice

Con grande verve creativa e ispirazione colorata, i dipinti della giovane artista Vanya Georgieva rivelano la brillante sensibilità poliedrica che lei porta con sé. Quella stranezza allegra, parte integrante dell’anima di un vero artista, quella nota che fa suonare il pennello o piuttosto dirigere le esplosioni emotive che traboccano dal cuore…
Guardando i suoi dipinti, non si può restare indifferenti. O vengono subito amati o vengono respinti.
È proprio quello lo scopo di Vanya. Puntare sulla trasparenza con la quale governa l’attenzione del pubblico. Esponendosi, non mira altro che la pura emozione che lascia “macchie” e sfumature allo spettatore… E vuole dimostrare che non ha bisogno di nient’altro che la sua natura simpatico-schizofrenica, un po’ di vernice, vecchi vestiti …nuove ispirazioni, tele di qualità non tanto alta, ma intrise di sublimi e vorticose pennellate.

Nata e cresciuta a Plovdiv, Bulgaria, il suo talento è stato notato dalla più tenera età. All’età di 12 anni, ha iniziato le lezioni con l’artista ed insegnante Tamara Milenkova che poi l’ha incoraggiata a fare domanda per la migliore scuola secondaria speciale per le belle arti in Bulgaria-il Liceo delle belli arti di Plovdiv. Così nel corso dei prossimi 5 anni, nella classe del famoso Angel Kitipov,lei apprende tutti gli aspetti dell’arte – scultura, prospettiva, pittura, ma si specializza nella pittura murale nello studio di uno dei restauratori più ricercati in Europa e particolarmente in Italia – Atanas Kameshev.

Nel 2003 finisce i suoi studi ed in un paese come la Bulgaria, dove “artista” suona un po’ ironico per molte persone, i sogni della realizzazione professionale sembrano quasi estinti. E proprio quando lei dipinge a mente nature morte tra i ricchi colori di un negozio di frutta e verdura dove lavora, arriva una meravigliosa notizia. Il famoso pittore Athos Faccincani ,conosciuto in tutto il mondo come Il Maestro del colore,ha notato i suoi quadri e l’ha invita a lavorare nello suo atelie.

Nello studio del Maestro lei pratica diverse tecniche e gamme di colori alla ricerca di se stessa e del proprio impiego. Ma tra l’altro associato alla parte creativa, Vanya acquista una grande esperienza e conosce da vicino il mondo dell’arte contemporanea in Italia. Purtroppo le verità che lei scopre non sono le più belle. Capisce come tale realtà si è deformata dai tempi di Michelangelo e Leonardo. E il disegnare come mezzo per esprimere se stessi, si è trasformato in un business sincero… Questo traumatizza profondamente Vanya che ha sempre guardato le cose in modo molto idealistico. Cosìlei vive e lavora a Sirmione per circa 10 anni ,in collaborazione con Athos Faccincani.

Finché un giorno, quando ha già trovato l’amore della sua vita e sta aspettando il suo primo figlio, lei decide che è giunto il momento di intraprendere l’avventura chiamata ARTE, che non c’è nulla da perdere, tranne altri anni pieni di molta creatività, ma anche di paura dell’ignoto. Anni investiti nel successo e la fama altrui…
Dopo una tale resa emotiva lei decide di puntare sulla vecchia strada … delle mani sempre sporche di colore. Convinta che lo spettatore apprezza il VERO, che di artisti ci sono e ci saranno. Quelli sognatori laboriosi come lei che riescono a concentrarsi “sull’aurea mediocritas”: tramite la professione del pittore è giusto anche realizzarsi finanziariamente, ma soprattutto questa dovrebbe essere un modo di vivere … in un altro mondo … Mondo di colori e monocromi, forme e informe, d’amore e un pò di pazzia, di pura gioia dell’unione con Dio nei momenti di entusiasmo esaltato, di varie impressioni e critiche pratiche … UN MONDO PERFETTO!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vedi le Opere in Vendita

Contatta Vanya Georgieva via E-Mail