Alba Marchetti -Un prato di ciclamini – La rinascita ” di Irene Pazzaglia

Alba Marchetti -Un prato di ciclamini – La rinascita “
cm. 24x 30 acrilico e stucco su cartoncino homemade

Per Alba Marchetti l’arte è pura emozione, manifestazione degli stati d’animo individuali. La rappresentazione figurativa, libera dalla prigionia degli stilemi convenzionali, è invasa dalla supremazia del linguaggio interiore, che, grazie anche allo sgorgare impetuoso del ritmo dell’acceso cromatismo, pervade di sé ogni singolo dipinto. Il soggetto floreale, svincolato da ogni particolare iperrealistico, è colto nella sua più pura e vibrante essenza, è un inno alla gioia e alla voglia di vivere, alla speranza e alla rinascita. Nei momenti di difficoltà e di dolore i colori si fanno più accesi, sin quasi a tramutarsi in un rito beneaugurante affinché possa compiersi la vittoria della vita sulla morte.
Il trionfo della spontanea irruzione del sentimento si traduce nell’istintiva contrapposizione di un fauvismo emotivo alla compassata rigidità di una raffigurazione accademica. Il fiore emerge dall’appassionato movimento delle mani, dall’urgenza di trasferire il proprio vissuto emozionale contingente sull’ immagine della creatura naturale e spontanea, incarnazione ossimorica di forte fragilità. È proprio l’immediatezza espressiva dell’artista a conferire ai soggetti dipinti la sua stessa anima, in una sorta di identificazione e di dialogo viscerale pieno di purezza che trascina l’osservatore in uno stato che si avvicina alla primordiale meraviglia dell’infanzia, in una dimensione ancora pura e incontaminata, laddove lo sgorgare del colore resta ancora un libero e incondizionato canto dell’anima.”


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

NUN ME SCUCCIA’ – Cristoforo Russo

NUN ME SCUCCIA’ olio su stampa di William-Adolphe Bouguereau (1890) su cartoncino ovale 60x30cm

“E dai vieni qui, fatti dare un bacino?”- “Nooo, nun me scuccià”.
Quante volte ce lo siamo sentiti dire, o di contro l’abbiamo detto… Eppure il gioco amoroso è forse l’unico appiglio, l’unica ancora di salvezza per non sprofondare nella tristezza e nell’angoscia per ciò che fuori le nostre mura domestiche sta accadendo.
Giocare ad Amore e Pisiche bambini, così come il buon William-Adolphe Bouguereau nel 1890, ha voluto rappresentare, oppure a Pulcinella e Catwoman, che con fare micioso allontana il suo “nasuto ” amante è il migliore e resiliente antidoto al nostro stare a casa.
Ed ancor più resiliente, è spolverare vecchie tele dimenticate e restituirgli nuova luce e nuova dignità, magari con la pulce nell’orecchio di un bambino che sogna un mondo animato da supereroi.
Ce la faremo e andrà tutto finché avremo il desiderio di essere sempre gli stessi (Amore&Psiche), ma con una nuova consapevolezza, e magari più ironia, proprio come il mio caro amico Pulcinella!
Ed ora ti prego lasciame sta..nun me scuccia’!!!

di Giovanna Iovino

NUN ME SCUCCIA’ olio su stampa di William-Adolphe Bouguereau (1890) su cartoncino ovale 60x30cm.
NUN ME SCUCCIA’ olio su stampa di William-Adolphe Bouguereau (1890) su cartoncino ovale 60x30cm.

Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Angela Anzalone : I colori dell’anima

“Lost soul” acrilico su tela 30×40 – opera vincitrice del 3° premio al contest facebook

Che sia un volto o un paesaggio, la caratteristica tecnica di Angela è inconfondibile. Il nero, il rosa e il blu sono tra i colori che maggiormente la contraddistinguono, il tratto nervoso del pennello e le sfumature nette e decise la cifra stilistica con cui racconta le sue storie.
E nelle due opere proposte ci sta accompagnando all’interno dell’anima di questa donna : “Lost soul” dipinge lo strazio attraverso i colori che scivolano sul volto rassegnato, le rose stesse sembra si sciolgano sopra gli occhi tristi, la bocca è chiusa perché ormai anche parlare non serve più.
Eppure nel dipinto “L’occhio dell’anima” forse una speranza vuole darcela;
un tunnel angusto fatto di tronchi intrecciati, ma anche di diamanti che spuntano dal terreno, un’entrata tenebrosa, ma già con uno sguardo verso l’uscita, dove un fiume conduce ad uno scenario in cui il rosa è il colore della primavera e della rinascita. Non tutto è mai perduto perché l’importante è andare sempre avanti.
Perché anche se non sappiamo quanto durerà, prima o poi anche i momenti peggiori avranno una fine e tornerà a splendere il sole per tutti.

di Alessandra Altieri


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Romina Gadau. Le donne e l’arte al tempo del Covid19

Romina Gadau

Quando ho scelto chi intervistare già sapevo che sarebbe stato un successo. Tranquilli non sono una megalomane ma ho ” l’occhio lungo” e rileggendo tutte le risposte alle mie domande ,confermo la mia tesi. Ho scelto donne diverse tra loro ma unite da un forte spirito combattivo. Voci che pian piano diventano una ed unica come quella di Romina Gadau di cui andrò a raccontare.
Lei si definisce una piccola realtà ma credetemi questa signorina tutta occhi e occhiali da perfetta segretaria, ne ha di cose da raccontare!
Mettetevi comodi perché sarà un articolo corposo.

Parlami un po’ di te. Quali sono stati i tuoi studi e soprattutto quando e perchè hai deciso di fondare questa azienda che chiami una piccola realtà.

I miei studi sono stati artistici da prima al liceo Barabino per passare poi allo IED specializzandomi in illustrazioni per bambini su biglietti d’auguri e racconti. L’obbiettivo che mi ero prefissata era quello di realizzare illustrazioni digitali che oggi vediamo molto spesso. La vita però a volte ti pone delle scelte benché abbia lavorato come illustratrice ricevendo anche dei riconoscimenti tra cui cito i più importanti: il Contest per la realizzazione dell’etichetta dell’azienda San Bernardo pubblicata per molto tempo sulle loro bottiglie di acqua. E’ stata poi la volta della Stamperia, nota azienda di carte e proprio per loro dopo essermi aggiudicata il primo e secondo premio, ho realizzato due carte in stile diverso. Alla fine ho scelto la professione di grafica e web design iniziata nel 2006 fino ad arrivare al 2014. Decisa di puntare su me stessa, ho avviato la mia azienda che naviga tra grafica e personalizzazioni Spesso mi trovo a realizzare personalizzazioni basiche e poco creative, ma preferisco di gran lunga dedicarmi a quelle decisamente uniche dove inserisco anche mie lavorazioni nate dai miei disegni.

Romina tu sei una grafica che realizza prodotti personalizzati. Quanta cura c’è dietro ogni richiesta?

Questa tipologia di lavoro spesso richiede poca cura. Ci si limita a ricevere l’immagine, stamparla e creare il prodotto finito. In realtà non è così, sono minuziosa, guardo il dettaglio, consiglio i miei clienti… sai spesso capita che non abbiano idee chiare e per far si che il risultato del prodotto sia ottimale, lavoro a stretto contatto con loro: dalla bozza iniziale fino alla realizzazione finita. Per me al primo posto viene la felicità del cliente, dal mio lavoro dovrà avere qualcosa di unico e speciale.

Vista la tua passione per il disegno,non ti piacerebbe portare avanti più le tue creazioni?

Mi piacerebbe moltissimo riprendere in mano “l’attrezzatura dell’illustratore”, dalle tempere all’acquerello fino agli inchiostri che tanto mi ricordano i mie fumetti disegnati a china ma per mancanza di tempo non riesco a portare avanti entrambe le cose, anche se ogni tanto mi dedico alla mia arte infatti ho realizzato dei ricami disegnati da me con immagini di cani.


Tra i vari artisti che hanno collaborato con te posso dire con orgoglio di essere tra questi. Hai mai pensato di coinvolgerne qualcuno per una linea di prodotti da avviare sul mercato?

Si questo è un progetto che da tempo vorrei rendere reale al 100% infatti ho già collaborato con vari artisti riguardo “le tazza d’autore”e l’idea di produrre una serie a tiratura annuale rientra tra i miei sogni. Io stessa ho realizzato queste “tazze d’autore” e nel periodo natalizio ne disegno una nuova, affinché chi le acquista abbia una vera e propria collezione. Sono anch’io una collezionista di caricature o ritratti del mio cagnolino Colt.


Proprio su questa frase “piccola realtà”ti chiedo:quanto è importante nell’immenso oceano del web riuscire ad essere competitivi? Cosa lasci ai tuoi clienti, professionalità, unicità o … finisci tu la frase.

In questo oceano di squali l’unica cosa che ti distingue è la professionalità.
Fortunatamente sono circondata da persone che si fidano del mio operato e la frase che spesso mi sento dire è:” lo faccio da te perché mi fido”. Mi da soddisfazione ed è il passaparola continuo da persona a persona che mi permette di lavorare. Alla pubblicità sul web preferisco quella classica forse la più antica ma la più vincente: IL PASSAPAROLA.
Umanità è quello che aggiungerei. Io non sono una macchina,non sono un portale dove carichi la stampa per la tua maglietta. Sono una persona e sono qui per te.

Ultima domanda che forse ti suonerà strana ma nel tuo lavoro un pizzico d’arte ci vuole. Cos’è per te l’arte e com’è cambiato il tuo lavoro e il modo di gestirlo al tempo del Covid19?

Questa è una domanda difficilissima in un momento altrettanto difficile. Al momento lavoro sulla merce che ho in magazzino … molti dei miei fornitori sono fermi e mi capita di non poter accontentare i miei clienti e in più mettiamoci anche che le persone non hanno molta voglia di spendere in questo periodo. Mi sembra che la mia azienda non giri affatto. L’arte per me è realizzare quello che vedo nella mia testa,riuscire a creare cose che altri non immaginano. L’arte è qualcosa che solo con il tuo modo di essere unito a quello che fai, poi donarlo a un’altra persona trasmettendole un’emozione.

Poggio gli occhiali sulla tastiera del PC e stendendo la schiena incrocio le mani dietro la testa. Se fossi un vecchio giornalista di quelli vecchio stampo,mi accenderei una sigaretta compiaciuto e inizierei a battere a macchina, magari una Olivetti di quelle vecchio stile. Perché dico questo? Perché alla fine di ogni intervista è così che mi sento: compiaciuta e soddisfatta e di certo non perché sappia scrivere anzi tutt’altro. La verità è che attraverso me, narro la storia. Storia di donne come quella di Romina.

di Casaccia Irene


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .

Claudio Capozzi : Erotismo con ironia

 “Start n’play” , resina, gesso, legno, 80×60

Solo un uomo poteva pensarle, non c’è dubbio;
sogno erotico o incubo ricorrente, si possono interpretare in entrambi i modi .
Un seno gigante con le chiavi per “iniziare a giocare” e una bocca che si offre allo spettatore piena di denti acuminati, viene da chiedersi come possa essere la donna alla quale appartengono queste protesi.
Di sicuro però l’uomo che le ha pensate è ironico e sa prendersi gioco di se.
Gioca con le proprie disavventure e le fa diventare un’opera d’arte, un oggetto che suscita curiosità e divertimento; il seno ha già le chiavi inserite, è tutto pronto, potrebbe sembrare una buona idea girarle, ma sappiamo cosa accadrà dopo? Siamo davvero in grado di gestire la Donna, la Relazione?
E la bocca ? all’apparenza seduce, è una bocca carnosa e protesa verso lo spettatore, in più è anche una lampada da parete, attrae. Ma poi ti avvicini e scopri che al suo interno sono inseriti tanti aculei. Non l’avrai mai vinta uomo, qualunque sia il confronto.
Quindi come dice una frase che in questo caso calza a pennello :
“Una donna che ha ragione, ha ragione
un uomo che ha ragione
è un uomo single”
Fatevene una ragione uomini

di Alessandra Altieri


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .