Paola Aleandri: la simbologia nella natura

Paola Aleandri, Peaches, inchiostro e acquerello su carta, 23 x 21 cm

Da una costola della serie Il Respiro delle Nature Morte, l’artista Paola Aleandri da vita ai Minimi Assoluti Pop dove è ancora una volta il colore protagonista e anima dell’opera.
La natura narra la storia della vita dell’artista, è lei la sede dove sono ubicati i suoi ricordi.
Partendo dalla mela, fra le molteplici simbologie che le vengono attribuite, troviamo quello riconducibile alle mele della dea norrena Idun, mele associate alla giovinezza e dell’immortalità, aspetti che nella storia della mitologia indussero gli uomini a cercare di rubarle, tentativo punito dalla dea che li fece invecchiare rapidamente fino a morire.
Sempre richiamando la simbologia, la buccia rossa – che l’artista esalta caricando il colore che invade anche la porzione di spazio intorno al frutto – ricorda il tramonto del Sole a Ovest alla fine della vita. Ma superando le interpretazioni letterali e storicistiche, la modernità prende coscienza del valore simbolico della mela come allontanamento dall’innocenza della fede, ricordando anche la favola di Biancaneve.

Paola Aleandri, The Red Apple, inchiostro e acquerello su carta, 23 x 21 cm

L’artista esalta l’intensità del frutto, caricando mediante il colore rosso emblema della passione, quella per l’arte e per la vita che si fondono e dialogano nelle opere dell’artista. La mela ha uno spicchio tagliato come se Paola volesse mostrarci la parte più intima di se stessa: l’anima dalla quale emergono le sue pulsioni artistiche che convergono nell’opera. Il richiamo alla vita, all’infanzia, a quegli alberi da frutto che tanto amava suo Padre. Il riflesso della sua vita che si fa arte!
L’opera Peaches ci conduce in una nuova passeggiata nel “Giardino dei Capricci” di Paola Aleandri, dove è sempre la natura a dare vita alla sensibilità pensiero, frutto dei ricordi della sua infanzia, che guida la mano dell’artista.
Circa la simbologia della pesca sappiamo che è indice di prosperità e longevità, buon auspicio per l’unione del matrimonio. Ed è proprio l’idea dell’unione che da voce alle rappresentanti dei frutti di Paola, che richiamano la spensieratezza di una bambina che vive serena guidata dall’amore dei suoi genitori. Un aspetto, questo, raccontato dai colori accesi che consentono al pensiero di Paola di acquisire nuova vita mediante l’arte
Il giallo il rosa e l’arancione si intersecano richiamando la varietà della vita, in particolare facendo riferimento al mondo infantile dove l’energia vitale e la spensieratezza costituiscono il momento dell’infanzia, proprio come narra l’artista.
Nell’opera Peaches emerge proprio quella teoria del colore secondo le quale esso è fondamentale per il bambino al fine di riconoscere il mondo fuori di sé mediante la forza e la fragilità delle sue emozioni. Emozioni che vivono ancora nell’animo di Paola.

di Elisabetta La Rosa