Piero Masia lo sguardo del passato

Piero Masia, Modella con drappo rosso, olio, acrilico e spray su tela, 40 x 30 cm

Un viaggio introspettivo che parte dalle radici umane è quello che l’artista Masia ci propone tra le trame delle sue opere.
Le radici del suo pensiero artistico sono incarnate dall’equilibrio che ritorna in tutte le sue raffigurazioni.
Un’atmosfera idilliaca dominata da cromatismi caldi e intensi emerge nell’opera Modella con drappo rosso dove l’elemento portante, così come indica il titolo, è proprio il drappo rosso. Leggendo nelle trame dell’opera il rosso è il colore della passione quella che l’artista traspone nella tela, in questo caso associata alla figura femminile.
L’artista studia con cura i dettagli della figura richiamano la storia dell’arte, vediamo infatti il braccio piegato che si contrappone alla gamba stesa, evocando le sfumature dell’arte classica.
La composizione, equilibrata e realistica accenna al realismo di Edouard Manet con l’opera Olympia, le due figure infatti sono entrambe adagiate su una superficie orizzontale, una sul letto e l’altra sul divano.
È la fusione fra cromatismo, equilibro della composizione e realismo a plasmare le radici del pensiero artistico di Piero Masia.

Piero Masia, Dall’infanzia all’adolescenza, olio, acrilico, spray su tela, 30 x 40 cm

Passiamo poi ad un altro livello di lettura con un’opera diversa per la raffigurazione ma non per la matrice profonda, con l’opera Dall’infanzia all’adolescenza. La raffigurazione del volto di un pre-adolescente ci riporta alle nostre origini, il ricordo di un tempo passato che si fa presente imprimendo il ricordo sulla tela.
Un cromatismo forte e vivo caratterizzato dallo sfondo dove il rosso e il giallo si incontrano e si confondono, due colori che richiamano l’intelletto e la passione che contraddistinguono l’entusiasmo degli animi più giovani, sentimenti tipici di chi è agli esordi della propria vita.
Gli occhi del ragazzo permeano di quella purezza che l’adulto ha perso, uno sguardo fiero e pulito che squarcia la tela mirando al cuore dello spettatore.
Elemento portante, della tecnica pittorica di Piero, che emerge anche in quest’opera è il Dripping, che trae le sue origini da quell’influenza della “scrittura automatica” surrealista e rielaborata da Jackson Pollock, l’artista fonde il figurativo ad una tecnica dal sapore astratto.

di Elisabetta La Rosa


Richiedi visibilitá sul nostro sito e sui nostri canali social !

Elenco degli artisti & Designer presenti sul sito .